Criteri


CRITERI VOTAZIONE "Natural Look"

Immagine complessiva "Look" Il lavoro deve essere eseguito nel rispetto del senso estetico per dare un buon impatto visivo. La valutazione verterà sulla corrispondenza armonica tra l’applicazione delle extension, la forma del viso e quella degli occhi. 10
Presenza di ciglia incollate tra loro a) Le ciglia superiori non devono essere incollate tra loro né tantomeno alle ciglia inferiori.
b) nel lavoro eseguito le ciglia della fase anagen (baby lash) non devono essere incollate con le altre ciglia.
c) La pinza deve passare facilmente in mezzo alle ciglia senza rimanere impigliata.
d) Non è permesso incollare una ciglia artificiale su due o più naturali.
Attenzione:
Per ogni incollatura il giudice toglie 1 punto
10
Pulizia del lavoro a) L’applicazione delle extension dev’essere eseguita su ciglia pulite;
b) Le ciglia non devono presentare residui di colla, non deve essere presente patina bianca e le lacrime secche negli angoli devono essere rimosse.
c) Non sono permesse gocce di colla sulla pelle.
5
Superficie di aderenza tra la ciglia naturale e quella artificiale a) La radice (il punto più spesso) della ciglia artificiale deve aderire perfettamente a quella naturale. Nel caso in cui ci siano dei sollevamenti alla base della ciglia verranno scalati dei punti.
b) Non è importante la direzione in cui la ciglia finta viene attaccata (di lato, sopra o sotto), quello che conta è che sia ben salda.

Attenzione:
per ogni ciglia che è sollevata dalla ciglia naturale e/o per ogni extension che cade, il giudice toglie un punto.
10
Distanza La distanza massima consentita tra l’attaccatura delle ciglia artificiali e la palpebra varia da 0.03mm a 1mm. La distanza tra palpebra ed extension deve corrispondere lungo tutta la lunghezza dell’occhio.

Attenzione:
Se le ciglia sono state applicate direttamente sulla palpebra, senza rispettare la distanza di sicurezza, il giudice può azzerare il punteggio.
5
Direzione Tutte le ciglia devono essere applicate parallelamente l’una all’altra (le ciglia non devono essere applicate a “X”). Il lavoro può essere eseguito secondo gli schemi che conoscete. 5
Omogeneità nel passaggio tra una misura e l’altra Per creare un arco di ciglia perfetto, nel passare tra una misura e l’altra non bisogna saltare di oltre 1mm (esempio 7,8,9,10,11mm corretto; 7,9,11mm non corretto). Gli effetti a “scalini” portano ad un abbassamento del punteggio. 5
Lunghezza La lunghezza considerata “ideale” è quando la ciglia artificiale non supera di 1/3 quella naturale. Si concede l’applicazione di ciglia più corte rispetto a quelle naturali, soprattutto negli angoli interni quando le naturali risultano essere troppo lunghe. 5
Spessore Lo spessore scelto deve preservare lo “stato di salute” della ciglia naturale.
Nel caso in cui le ciglia naturali siano troppo sottili, si consiglia di applicare extension di uno spessore che varia tra 0.05 e 0.10. In caso contrario, su ciglia forti, preferire extension di uno spessore che varia tra 0.10 a 0.15.
5
Spazio occupato Ogni ciglia potenzialmente utilizzabile deve ospitare un’estensione; inoltre il lavoro deve essere eseguito nell’arco di tempo previsto dal regolamento.

Attenzione:
Lavoro svolto occupando il 100% e l’80% delle ciglia naturali = punteggio massimo; in caso contrario il punteggio cala.
5
Simmetria L’applicazione delle extension deve avvenire in modo simmetrico.
a) l’applicazione nell’angolo interno deve essere uguale rispetto al naso in tutti e due gli occhi
b) la simmetria dipende da come crescono le ciglia naturali; se in un occhio l’angolo esterno cresce troppo verso l’esterno e sull’altro occhio invece le ciglia crescono in modo perpendicolare, la master deve saper correggere questo difetto, al fine di rendere gli occhi simmetricamente uguali.
c) le lunghezze devono essere distribuite equamente in ogni zona, al fine di rendere il lavoro omogeneo; se qualche ciglia si trova in una zona sbagliata il giudice abbassa il voto.
d) la percentuale dello spazio occupato sull’occhio sinistro e sull’occhio destro deve essere uguale.
10
Scelta dell’effetto Il giudice, in base al proprio gusto e alla propria esperienza, decide se l’effetto scelto (volpe, bambola…) è corretto rispetto alla forma del viso e agli occhi della modella. 10
Colore In questo criterio il giudice verifica secondo il suo gusto, se il colore scelto (marrone o nero) è adatto al fototipo della modella. 5
Angolo interno/Angolo esterno La lavorazione dell’angolo interno ed esterno viene valutata accuratamente.

Attenzione:
-nel caso in cui sia assente la lavorazione dell’angolo esterno il giudice può togliere fino a 5 punti.
-nel caso in cui sia assente la lavorazione dell’angolo interno, il giudice può togliere fino a 5 punti.
10

CRITERI VOTAZIONE “2D VOLUME”

Immagine complessiva "Look" Il lavoro deve essere eseguito nel rispetto del senso estetico per dare un buon impatto visivo. La valutazione verterà sulla corrispondenza armonica tra l’applicazione delle extension, la forma del viso e quella degli occhi. 10
Presenza di ciglia incollate tra loro a) Le ciglia superiori non devono essere incollate tra loro né tantomeno alle ciglia inferiori;
b) nel lavoro eseguito le ciglia della fase anagen (baby lash) non devono essere incollate con le altre ciglia.
c) La pinza deve passare facilmente in mezzo alle ciglia senza rimanere impigliata;
d) Non è permesso incollare una ciglia artificiale su due o più naturali.

Attenzione:
Per ogni incollatura il giudice toglie 1 punto
10
Pulizia del lavoro a) L’applicazione delle extension dev’essere eseguita su ciglia pulite;
b) Le ciglia non devono presentare residui di colla, non deve essere presente patina bianca e le lacrime secche negli angoli devono essere rimosse;
c) Non sono permesse gocce di colla sulla pelle.
5
Superficie di aderenza tra la ciglia naturale e quella artificiale a) La radice della “forchetta del 2D” deve aderire perfettamente allaciglia naturale. Nel caso in cui ci siano dei sollevamenti alla base della ciglia verranno scalati dei punti;
b) Non è importante la direzione in cui la ciglia finta viene attaccata (di lato, sopra o sotto), quello che conta è che sia ben salda;
c) La radice della “forchetta 2D” deve avere tutte le ciglia allo stesso livello, non è consentito avere le “gambe” che escono dal “ciuffetto”.

Attenzione:
per ogni ciglia che è sollevata dalla ciglia naturale e/o per ogni extension che cade, il giudice toglie un punto.
10
Corretta esecuzione del ciuffo Nell’applicazione delle extension nella tecnica “2D volume” si possono applicare 2 ciglia artificiali su una naturale. E’ permesso applicare ciglia da 0.03 fino a 0.10 di spessore, nel diametro;
- è vietato preparare i “ciuffetti” a casa (pena la squalifica)
Tutti le “forchette 2D” devono essere aperti correttamente ed essere il più possibile simili tra loro.
10
Distanza La distanza massima consentita tra l’attaccatura delle ciglia artificiali e la palpebra è tra 0.03 fino a un massimo di 1mm. La distanza tra palpebra e extension deve corrispondere lungo tutta la lunghezza dell’occhio.

Attenzione:
Se le ciglia sono state applicate direttamente sulla palpebra, senza rispettare la distanza di sicurezza, il giudice può azzerare il punteggio.
5
Direzione Tutte le ciglia devono essere applicate parallelamente l’una all’altra (le ciglia non devono essere applicate a “X”). Il lavoro può essere eseguito secondo gli schemi che conoscete. 5
Omogeneità nel passaggio tra una misura e l’altra Per creare un arco di ciglia perfetto, nel passare tra una misura e l’altra non bisogna saltare di oltre 1mm (esempio 7,8,9,10,11mm corretto; 7,9,11mm non corretto). Gli effetti a “scalini” portano ad un abbassamento del punteggio. 5
Lunghezza La lunghezza considerata “ideale” è quando la ciglia artificiale non supera di 1/3 quella naturale. Si concede l’applicazione di ciglia più corte rispetto a quelle naturali, soprattutto negli angoli interni quando le naturali possono essere troppo lunghe. 5
Spessore Lo spessore scelto deve preservare lo “stato di salute” della ciglia naturale.
Nel caso in cui le ciglia naturali siano troppo sottili, si consiglia di applicare extension di uno spessore che varia tra 0.03 e 0.05. In caso contrario su ciglia forti preferire extension di uno spessore che varia tra 0.06 a 0.10.
5
Spazio occupato Ogni ciglia potenzialmente utilizzabile deve ospitare un’estensione; inoltre il lavoro deve essere eseguito nell’arco di tempo previsto dal regolamento.

Attenzione:
Lavoro svolto occupando il 100% e l’80% delle ciglia naturali = punteggio massimo; in caso contrario il punteggio cala.
5
Simmetria L’applicazione dell’extension deve avvenire in modo simmetrico.
a) l’applicazione nell’angolo interno deve essere uguale rispetto al naso in tutti e due gli occhi;
b) la simmetria dipende da come crescono le ciglia naturali. Se in un occhio l’angolo esterno cresce troppo verso l’esterno e sull’altro occhio invece le ciglia crescono in modo perpendicolare, la master deve saper correggere questo difetto, al fine di rendere gli occhi simmetricamente uguali;
c) le lunghezze devono essere distribuite equamente in ogni zona, al fine di rendere il lavoro omogeneo; se qualche ciglia si trova in una zona sbagliata il giudice abbassa il voto;
d) la percentuale dello spazio occupato sull’occhio sinistro e sull’occhio destro deve essere uguale.
10
Scelta dell’effetto Il giudice, in base al proprio gusto e alla propria esperienza, decide se l’effetto scelto (volpe, bambola…) è corretto rispetto alla forma del viso e agli occhi della modella. 10
Colore In questo criterio il giudice verifica secondo il suo gusto, se il colore scelto (marrone o nero) è adatto al fototipo della modella. 5
Angolo interno/Angolo esterno La lavorazione dell’angolo interno ed esterno viene valutata accuratamente.

Attenzione:
-nel caso in cui sia assente la lavorazione dell’angolo esterno il giudice può togliere fino a 5 punti.
-nel caso in cui sia assente la lavorazione dell’angolo interno, il giudice può togliere fino a 5 punti.
10

CRITERI VOTAZIONE “3-4D VOLUME”

Immagine complessiva “Look” Il lavoro deve essere eseguito nel rispetto del senso estetico per dare un buon impatto visivo. La valutazione verterà sulla corrispondenza armonica tra l’applicazione delle extension, la forma del viso e quella degli occhi. 10
Presenza di ciglia incollate tra loro a) Le ciglia superiori non devono essere incollate tra loro, né tantomeno alle ciglia inferiori.
b) nel lavoro eseguito le ciglia della fase anagen (baby lash) non devono essere incollate con le altre ciglia.
c) La pinza deve passare facilmente in mezzo alle ciglia senza rimanere impigliata.
d) Non è permesso incollare una ciglia artificiale su due o più naturali.

Attenzione:
Per ogni incollatura il giudice toglie 1 punto
10
Pulizia del lavoro a) L’applicazione dell’extension dev’essere eseguita su ciglia pulite;
b) Le ciglia non devono presentare residui di colla, non deve essere presente patina bianca e le lacrime secche negli angoli devono essere rimosse;
c) Non sono permesse gocce di colla sulla pelle.
5
Superficie di aderenza tra la ciglia naturale e quella artificiale a) La radice del “ciuffo” (il punto più spesso) deve aderire perfettamente allaciglia naturale. Nel caso in cui ci siano dei sollevamenti alla base della ciglia verranno scalati dei punti;
b) Non è importante la direzione in cui la ciglia finta viene attaccata (di lato, sopra o sotto), quello che conta è che sia ben salda;
c) La radice del “ciuffetto” deve avere tutte le ciglia allo stesso livello, non è consentito avere le “gambe” che escono dal “ciuffetto”.

Attenzione:
per ogni extension che è sollevata dalla ciglia naturale e/o per ogni extension che cade, il giudice toglie un punto.
10
Corretta esecuzione del ciuffo Nell’applicazione delle extension nella tecnica “3-4D volume” si possono applicare 3-4 ciglia artificiali su una naturale.E’ permesso applicare ciglia da 0.03fino a 0.07 di spessore, nel diametro.
- è vietato preparare i “ciuffetti” a casa (pena la squalifica)
- è permesso diminuire il volume nei angoli esterni ed interni.
Tutti i “ciuffi” devono essere aperti correttamente ed essere il più possibile simili tra loro.
10
Distanza La distanza massima consentita tra l’attaccatura delle ciglia artificiali e la palpebra è tra 0.03 fino a un massimo di 1mm. La distanza tra palpebra e extension deve corrispondere lungo tutta la lunghezza dell’occhio.

Attenzione:
Se le ciglia sono state applicate direttamente sulla palpebra, senza rispettare la distanza di sicurezza, il giudice può azzerare il punteggio.
5
Direzione Tutte le ciglia devono essere applicate parallelamente l’una all’altra (le ciglia non devono essere applicate a “X”). Il lavoro può essere eseguito secondo gli schemi che conoscete. 5
Omogeneità nel passaggio tra una misura e l’altra Per creare un arco di ciglia perfetto, nel passare tra una misura e l’altra non bisogna saltare di oltre 1mm (esempio 7,8,9,10,11mm corretto; 7,9,11mm non corretto). Gli effetti a “scalini” portano ad un abbassamento del punteggio. 5
Lunghezza La lunghezza considerata “ideale” è quando la ciglia artificiale non supera di 1/3 quella naturale. Si concede l’applicazione di ciglia più corte rispetto a quelle naturali, soprattutto negli angoli interni quando le naturali possono essere troppo lunghe. 5
Spessore Lo spessore scelto deve preservare lo “stato di salute” della ciglia naturale.

Attenzione:
il punteggio più alto lo ottiene chi utilizza uno spessore minore
Da 0.03 a 0.05 punteggio 5
Da 0.06 a 0.07 punteggio 3
5
Spazio occupato Ogni ciglia potenzialmente utilizzabile deve ospitare un’estensione; inoltre il lavoro deve essere eseguito nell’arco di tempo previsto dal regolamento.

Attenzione:
Lavoro svolto occupando il 100% e l’80% delle ciglia naturali = punteggio massimo; in caso contrario il punteggio cala.
5
Simmetria L’applicazione delle extension deve avvenire in modo simmetrico.
a) l’applicazione nell’angolo interno deve essere uguale rispetto al naso in tutti e due gli occhi;
b) la simmetria dipende da come crescono le ciglia naturali. Se in un occhio l’angolo esterno cresce troppo verso l’esterno e sull’altro occhio invece le ciglia crescono in modo perpendicolare, la master deve saper correggere questo difetto, al fine di rendere gli occhi simmetricamente uguali;
c) le lunghezze devono essere distribuite equamente in ogni zona, al fine di rendere il lavoro omogeneo. Se qualche ciglia si trova in una zona sbagliata il giudice abbassa il voto;
d) la percentuale dello spazio occupato sull’occhio sinistro e sull’occhio destro deve essere uguale.
10
Scelta dell’effetto Il giudice, in base al proprio gusto e alla propria esperienza, decide se l’effetto scelto (volpe, bambola…) è corretto rispetto alla forma del viso e agli occhi della modella. 10
Colore In questo criterio il giudice verifica secondo il suo gusto, se il colore scelto (marrone o nero) è adatto al fototipo della modella. 5
Angolo interno/Angolo esterno La lavorazione dell’angolo interno ed esterno viene valutata accuratamente.

Attenzione:
-nel caso in cui sia assente la lavorazione dell’angolo esterno il giudice può togliere fino a 5 punti.
-nel caso in cui sia assente la lavorazione dell’angolo interno, il giudice può togliere fino a 5 punti.
10

CRITERI VOTAZIONE “5-6D o DRAMATIC VOLUME”

Immagine complessiva “Look” Il lavoro deve essere eseguito nel rispetto del senso estetico per dare un buon impatto visivo. La valutazione verterà sulla corrispondenza armonica tra l’applicazione delle extension, la forma del viso e quella degli occhi. 10
Presenza di ciglia incollate tra loro a) Le ciglia superiori non devono essere incollate tra loro né tantomeno alle ciglia inferiori;
b) nel lavoro eseguito le ciglia della fase anagen (baby lash) non devono essere incollate con le altre ciglia;
c) La pinza deve passare facilmente in mezzo alle ciglia senza rimanere impigliata;
d) Non è permesso incollare una ciglia artificiale su due o più naturali.

Attenzione:
Per ogni incollatura il giudice toglie 1 punto
10
Pulizia del lavoro a) L’applicazione delle extension dev’essere eseguita su ciglia pulite;
b) Le ciglia non devono presentare residui di colla, non deve essere presente patina bianca e le lacrime secche negli angoli devono essere rimosse;
c) Non sono permesse gocce di colla sulla pelle.
5
Superficie di aderenza tra la ciglia naturale e quella artificiale a) La radice del “ciuffo” (il punto più spesso) deve aderire perfettamente allaciglia naturale. Nel caso in cui ci siano dei sollevamenti alla base della ciglia verranno scalati dei punti;
b) Non è importante la direzione in cui la ciglia finta viene attaccata (di lato, sopra o sotto), quello che conta è che sia ben salda;
c) La radice del “ciuffetto” deve avere tutte le ciglia allo stesso livello, non è consentito avere le “gambe” che escono dal “ciuffetto”.

Attenzione:
per ogni ciglia che è sollevata dalla ciglia naturale e/o per ogni extension che cade, il giudice toglie un punto.
10
Corretta esecuzione del ciuffo Nell’applicazione delle extension nella tecnica “5-6D volume” si possono applicare 5-6 ciglia artificiali su una naturale.E’ permesso applicare ciglia da 0.03fino a 0.07 di spessore, nel diametro;
- è vietato preparare i “ciuffetti” a casa (pena la squalifica)
- è permesso diminuire il volume nei angoli esterni ed interni.
Tutti i “ciuffi” devono essere aperti correttamente ed essere il più possibile simili tra loro.
10
Distanza La distanza massima consentita tra l’attaccatura delle ciglia artificiali e la palpebra è tra 0.03 fino a un massimo di 1mm. La distanza tra palpebra e extension deve corrispondere lungo tutta la lunghezza dell’occhio.

Attenzione:
Se le ciglia sono state applicate direttamente sulla palpebra, senza rispettare la distanza di sicurezza, il giudice può azzerare il punteggio.
5
Direzione Tutte le ciglia devono essere applicate parallelamente l’una all’altra (le ciglia non devono essere applicate a “X”). Il lavoro può essere eseguito secondo gli schemi che conoscete. 5
Omogeneità nel passaggio tra una misura e l’altra Per creare un arco di ciglia perfetto, nel passare tra una misura e l’altra non bisogna saltare di oltre 1mm (esempio 7,8,9,10,11mm corretto; 7,9,11mm non corretto). Gli effetti a “scalini” portano ad un abbassamento del punteggio. 5
Lunghezza La lunghezza considerata “ideale” è quando la ciglia artificiale non supera di 1/3 quella naturale. Si concede l’applicazione di ciglia più corte rispetto a quelle naturali, soprattutto negli angoli interni quando le naturali possono essere troppo lunghe. 5
Spessore Lo spessore scelto deve preservare lo “stato di salute” della ciglia naturale.

Attenzione:
il punteggio più alto lo ottiene chi utilizza uno spessore minore:
Da 0.03 a 0.05 punteggio 5
Da 0.06 a 0.07 punteggio 3
5
Spazio occupato Ogni ciglia potenzialmente utilizzabile deve ospitare un’estensione; inoltre il lavoro deve essere eseguito nell’arco di tempo previsto dal regolamento.

Attenzione:
Lavoro svolto occupando il 100% e l’80% delle ciglia naturali = punteggio massimo; in caso contrario il punteggio cala.
5
Simmetria L’applicazione delle extension deve avvenire in modo simmetrico.
a) l’applicazione nell’angolo interno deve essere uguale rispetto al naso in tutti e due gli occhi;
b) la simmetria dipende da come crescono le ciglia naturali. Se in un occhio l’angolo esterno cresce troppo verso l’esterno e sull’altro occhio invece le ciglia crescono in modo perpendicolare, la master deve sapere correggere questo difetto, al fine di rendere gli occhi simmetricamente uguali;
c) le lunghezze devono essere distribuite equamente in ogni zona, al fine di rendere il lavoro omogeneo. Se qualche ciglia si trova in una zona sbagliata il giudice abbassa il voto;
d) la percentuale dello spazio occupato sull’occhio sinistro e sull’occhio destro deve essere uguale.
10
Scelta dell’effetto Il giudice, in base al proprio gusto e alla propria esperienza, decide se l’effetto scelto (volpe, bambola…) è corretto rispetto alla forma del viso e agli occhi della modella. 10
Colore In questo criterio il giudice verifica secondo il suo gusto, se il colore scelto (marrone o nero) è adatto al fototipo della modella. 5
Angolo interno/Angolo esterno La lavorazione dell’angolo interno ed esterno viene valutata accuratamente.

Attenzione:
-nel caso in cui sia assente la lavorazione dell’angolo esterno il giudice può togliere fino a 5 punti.
-nel caso in cui sia assente la lavorazione dell’angolo interno, il giudice può togliere fino a 5 punti.
10

CRITERI VOTAZIONE “MODEL MIX VOLUME”

Immagine complessiva “Look” Il primo impatto visivo del lavoro deve essere eseguito nel rispetto del senso estetico. La valutazione verterà sulla corrispondenza armonica tra l’applicazione delle extension, la forma del viso e quella degli occhi. 10
Presenza di ciglia incollate tra loro a) Le ciglia superiori non devono essere incollate tra loro; inoltre le ciglia superiori non devono essere incollate a quelle inferiori.
b) nel lavoro eseguito le ciglia della fase anagen (baby lash) non devono essere incollate con le altre ciglia.
c) La pinza deve passare facilmente in mezzo alle ciglia senza rimanere impigliata.
d) Non è permesso incollare una ciglia artificiale su due o più naturali.

Attenzione:
Per ogni incollatura il giudice toglie 1 punto
10
Pulizia del lavoro L’applicazione delle extension dev’essere eseguita su ciglia pulite; inoltre le ciglia non devono essere sporche di colla, non ci deve essere patina bianca, le lacrime secche negli angoli devono essere rimosse, non sono permesse gocce di colla sulla pelle… 5
Superficie di aderenza tra la ciglia naturale e quella artificiale a) La radice del “ciuffo” (il punto più spesso) deve aderire perfettamente a quella naturale. Nel caso in cui ci siano dei sollevamenti alla base della ciglia verranno scalati dei punti.
b) Non è importante la direzione in cui la ciglia finta viene attaccata (di lato, sopra o sotto), quello che conta è che sia ben salda
c) la radice del “ciuffetto” deve avere tutte le ciglia allo stesso livello, non è consentito avere le “gambe” che escono dal “ciuffetto”.

Attenzione:
per ogni extension che risulta sollevata dalla ciglia naturale e/o per ogni extension che cade, il giudice toglie un punto.
10
Corretta esecuzione della tecnica Nell’applicazione dell’extension, nella nomination “Model mix volume”:
- si può applicare in qualsiasi tecnica del volume, a partire da 2D e fino XD, ciglia artificiali su di una naturale ed è permesso applicare spessoria partire da 0.03fino a 0.07 mm;
- è vietato preparare i “ciuffetti” in anticipo (pena la squalifica)
- è permesso diminuire il volume nei angoli esterni ed interni
Tutti i “ciuffi” devono essere aperti correttamente ed essere,il più possibile, simili tra loro.
10
Distanza La distanza massima consentita tra l’attaccatura delle ciglia artificiali e la palpebra varia da 0.03mm a 1mm. La distanza deve essere più o meno regolare lungo tutta la lunghezza dell’occhio.

Attenzione:
Se le ciglia sono state applicate direttamente sulla palpebra, senza rispettare la distanza di sicurezza, il giudice può azzerare il punteggio.
5
Direzione Tutte le ciglia devono essere applicate parallelamente l’una all’altra (le ciglia non devono essere applicate a “X”) Il lavoro può essere eseguito secondo gli schemi che conoscete. 5
Omogeneità nel passaggio tra una misura e l’altra Per creare un arco di ciglia perfetto, nel passare tra una misura e l’altra non bisogna saltare di oltre 1mm (esempio 7,8,9,10,11mm corretto; 7,9,11mm non corretto). Gli effetti a “scalini” portano ad un abbassamento del punteggio. 10
Lunghezza La lunghezza considerata “ideale” è quando la ciglia artificiale non supera di 1/3 quella naturale. Si concede l’applicazione di ciglia più corte rispetto a quelle naturali, soprattutto negli angoli interni quando le naturali possono essere troppo lunghe. Per effettuare un Model Mix corretto usare come minimo 6 lunghezze (es. 7,8,9,10,11,12 mm). 10
Spessore Lo spessore scelto deve preservare lo “stato di salute” della ciglia naturale.

Attenzione:
il punteggio più alto lo ottiene chi utilizza uno spessore minore
Da 0.03 a 0.05 punteggio 5
Da 0.06 a 0.07 punteggio 3
5
Curvatura Nella tecnica “Model Mix” è molto importante alternare diverse curvature. Infatti per ottenere un punteggio alto è consigliato applicare almeno 2 curvature (es. B con C; C con CC o B; C con CC e D) mischiate correttamente a livelli orizzontali e verticali. 10
Spazio occupato Ogni ciglia potenzialmente utilizzabile deve ospitare un’estensione; inoltre il lavoro deve essere eseguito nell’arco di tempo previsto dal regolamento.

Attenzione:
Lavoro svolto tra il 100% e l’80%= punteggio massimo; in caso contrario il punteggio scende.
5
Simmetria L’applicazione dell’extension deve avvenire in modo simmetrico.
a) l’applicazione nell’angolo interno deve essere uguale rispetto al naso in tutti e due gli occhi;
b) la simmetria dipende da come crescono le ciglia naturali. Se in un occhio l’angolo esterno cresce troppo verso l’esterno e sull’altro occhio invece le ciglia crescono in modo perpendicolare, la master deve saper correggere questo difetto, al fine di rendere gli occhi simmetrici;
c) le lunghezze devono essere distribuite equamente in ogni zona, al fine di rendere il lavoro omogeneo. Se qualche ciglia si trova nella zona sbagliata il giudice può abbassare il voto;
d) la percentuale dello spazio occupato sull’occhio sinistro e sull’occhio destro deve essere uguale.
10
Scelta dell’effetto Il giudice, in base al suo gusto e alla sua esperienza, decide se l’effetto scelto (volpe, bambola, ecc…) è corretto rispetto alla forma del viso ed agli occhi della modella. 10
Colore In questo criterio il giudice verifica secondo il suo gusto, se il colore scelto (marrone o nero) è adatto al fototipo della modella. 5
Angolo interno/Angolo esterno La lavorazione dell’angolo interno ed esterno viene valutata accuratamente.

Attenzione:
-nel caso in cui sia assente la lavorazione dell’angolo esterno, il giudice può togliere fino a 5 punti.
-nel caso in cui sia assente la lavorazione dell’angolo interno, il giudice può togliere fino a 5 punti.
10

CRITERI DELLA LAMINAZIONE

Prima di effettuare il lavoro Valutazione dei peli naturali (prima di eseguire il trattamento) (punteggio assegnato)
La direzione delle ciglia naturali a) crescita verso il basso
b) crescita dritta
c) crescita verso l’alto
a) 5
b) 3
c) 0
La curvatura naturale delle ciglia a) ciglia dritte
b) leggermente curvate
c) ciglia curvate
a) 5
b) 3
c) 0
Foltezza delle ciglia naturali a) ciglia molto folte o molto rade
b) ciglia medie
a) 5
b) 3
Lunghezza delle ciglia a) ciglia lunghe
b) ciglia corte
c) ciglia medie
a) 5
b) 3
c) 0
Spessore delle ciglia a) ciglia molto grosse o molto fini
b) ciglia medie
a) 5
b) 3
Colore delle ciglia naturali a) ciglia bionde, molto chiare
b) ciglia medie, castane, grigie
c) ciglia nere molto visibili
a) 5
b) 3
c) 0
Punteggi aggiuntivi: a) le ciglia sono molto incrociate tra di loro
b) gli occhi sono sporgenti o infossati
a) +3
b) +3
Nel lashtest il partecipante dovrà comunicare il tipo di bigodino utilizzato e il colore se applicato. I giudici dovranno controllare il lashtest di ogni partecipante.
Giudizio dopo l’ eseguimento del trattamento di laminazione
Immagine complessiva “Look” Il primo impatto visivo del lavoro deve essere eseguito nel rispetto del senso estetico. La valutazione verterà sulla corrispondenza armonica di laminazione, permanente e colore. 10
Armonia del bigodino utilizzato Verificare se il bigodino che è stato utilizzato è corretto per la forma dell’occhio.
Controllare il posizionamento delle ciglia.
5
Morbidezza nella curvatura Non si devono verificare casi di piegature scorrette delle ciglia naturali. Se è presente la curvatura “L” è dovuta ad un errato posizionamento del bigodino (troppo basso). 10
Parallelità delle ciglia Le ciglia devono essere parallele tra loro senza essere incrociate 10
Simmetria di tutti e due gli occhi Il posizionamento delle ciglia sul bigodino deve essere simmetrico (a specchio) tra un occhio e l’altro.
Evitare quindi gli effetti dove le ciglia dell’occhio destro e dell’occhio sinistro guardano tutte dalla stessa parte.
10
Uniformità della curvatura Le ciglia devono essere posizionate in un’unica linea orizzontale. Non si accettano ciglia pendenti o fuori arco cigliare. 10
Uniformità della colorazione Le ciglia devono essere colorate omogeneamente per tutto l’arco cigliare. 5
La pulizia del lavoro Il lavoro deve essere eseguito alla perfezione. Non devono essere presenti schizzi di colore sulla pelle e nello spazio infracigliare. Verificare l’assenza di grumi di tintura, di colla e della terza sostanza della laminazione sulle ciglia.

Attenzione:
una macchia o un grumolo toglie un punto!
10
Sanzioni a) le punte delle ciglia sono bruciate
b) anagen danneggiato
c) le ciglia non hanno preso la curvatura
d) occhi rossi
a) -1 punto per ogni ciglia piegata
b) -1 punto per ogni anagen danneggiato
c) da -1 a -5 punti
d) da -1 a -5 punti
Punteggi aggiuntivi a) la scelta della modella: molto difficile oppure il modello è un maschio
b) colorazione particolare
c) colorazione delle ciglia inferiori
a) +3
b) +3
c) +3

ART WORCK

Immagine complessiva “Look”/ apertura del tema Il lavoro deve essere eseguito nel rispetto del senso estetico per dare un buon impatto visivo. E’ molto importante rispecchiare il tema proposto dagli organizzatori, e svilupparlo in tutte le direzioni possibili. 10
Pulizia del lavoro -Le ciglia sulle foto devono essere pulite dal trucco.
-Il trucco deve rappresentare il tema dell’art work, ma in nessun modo deve risultare “sporco”.
-Le decorazioni applicate non devono lasciare residui di colla sulla pelle
-Le foto presentate devono valorizzare il lavoro nel migliore dei modi, devono quindi risultare a fuoco, ecc…
10
Tecnica e difficoltà dell’applicazione delle ciglia superiori Le ciglia devono essere applicate solo nella tecnica volume (indifferente quale).
L’arco cigliare deve risultare soffice e i ciuffetti del volume aperti.
10
Tecnica e difficoltà dall’applicazione delle ciglia inferiori La presenza dell’applicazione delle ciglia inferiori viene votata separatamente. Il massimo punteggio lo ottiene chi riuscirà a presentare un bell’ arco inferiore che può essere eseguito in qualsiasi tecnica. assente= 0
solo angolo esterno= max.5
più dell’angolo esterno= max.10
Colorazione In questo criterio, il massimo punteggio lo ottiene chi utilizza le ciglia colorate e riesce ad ottenere una miscela perfetta ed omogenea. Vi consigliamo di non utilizzare un solo colore ma di azzardarsi a riempire con più colori. 10
Decorazione Le decorazioni che vengono utilizzate sulle ciglia (glitter, piume, swarosky, perline, ecc) verranno valutate accuratamente. I dettagli applicati sulle ciglia, saranno sottoposti ad un conteggio dove si valuterà l’armonicità delle decorazioni con il personaggio.
Valutate di presentare una foto che riesca a mettere bene in evidenza tutti i dettagli applicati.
10
Face art / trucco Otterrete dei punteggi in più se sarà presente un disegno oppure un trucco professionale, sul viso della modella, che sottolinea il personaggio. 10
Body art Prendete in considerazione anche la possibilità di decorare il corpo, otterrete così punteggi aggiuntivi. 10
Acconciatura, copricapo Un’acconciatura adeguata aiuta a definire il personaggio proposto dal tema. La presenza di dettagli (corona, cappello, fiori) vi darà la possibilità di ottenere il punteggio massimo. 10
Costume /abito Un abito o un costume in tema, dona risalto al lavoro eseguito dalla master.
Si può creare anche l’ambientazione del personaggio in un preciso luogo e definirlo con piccoli dettagli, decorazioni o oggetti esterni.
10
Accessori Possono essere utilizzati come accessori qualsiasi tipo di oggetti (borsetta, ombrello, cavallo, ecc…), tutto dipende da quanto elaborate il tema. 10
Armonia del personaggio Punto saliente della valutazione.
Prenderemo in considerazione il lavoro nel suo complesso e il fattore armonico tra tutti i criteri elencati precedentemente.
10